La guardava

Erano sdraiati sul letto, entrambi nudi, le lenzuola coprivano poche parti dei loro corpi. Si scaldavano restando vicini, uno appiccicato all’altra. La testa di lei era appoggiata sul petto del ragazzo. Lei parlava, ma lui non l’ascoltava. Era perso nei suoi pensieri, nei suoi sogni, quelli nei quali lei ci era stata tante volte. Quante volte aveva solo desiderato di poter scambiare due parole con lei, quante volte la paura l’aveva bloccato, mai si sarebbe immaginato di ritrovarsi insieme a lei in un letto ad accarezzarle i capelli, dopo aver fatto l’amore.
“Era un sogno solo poter parlare con te”
“Io stavo solo aspettando che tu facessi il primo passo”
“Non riuscivo a fare altro che guardarti”
Aveva passato un periodo lunghissimo ad osservarla, aveva sempre cercato quegli occhi e li aveva sempre trovati.
L’aveva guardata, come gli uomini avevano sempre osservato la luna.
Come qualcosa di irraggiungibile.

Gezim Qadraku.

Annunci

4 pensieri su “La guardava

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...