L’amore ai tempi dell’infanzia

Da qualche giorno un paio di bambini si trovano a giocare proprio nella mia via. Ogni volta che torno dal lavoro, vado sul balcone, guardo giù e li vedo. Non sono tantissimi, una mezza dozzina più o meno. L’altro giorno pensandoci bene, ho capito che hanno iniziato a popolare la mia via perché è estate e hanno finito la scuola.
Saranno qui fino a quando, ad uno a uno, andranno in vacanza. Danno un po’ di vita a questo mortorio, sono contento di questa novità. Giocano ai classici giochi.
Si passa dal nascondino, alle gare in bici. Quando ci sono solo i maschi, naturalmente giocano a calcio. Ogni tanto si azzarda a qualche schiaffo del soldato. Ieri sera, dopo aver finito di mangiare, sono uscito a fumare una sigaretta. I bambini erano sparsi a caso, non stavano giocando a niente. Ad un certo punto vedo arrivare da sinistra un padre con la figlia. Una bambina che avrà avuto la stessa età degli altri. Uno di loro, nel frattempo, le stava andando in contro in bicicletta. Una volta superato il padre ha subito girato, è passato dietro ai due, e si è affiancato a lei. L’ha guardata sorridendo, gli sorridevano anche gli occhi e le orecchie.
Le ha detto, “guarda ho una nuova bici, questa va veloce come una moto.” La bambina ha sorriso intimidita. Il padre ha risposto anch’egli con un sorriso e il bambino è sfrecciato via con il suo bolide. Ho notato tante cose in quei pochi secondi.
Ho visto un piccolo uomo farsi coraggio e parlare alla ragazzina che tanto gli piace, nonostante la presenza del padre. Ho sentito in quella frase la dichiarazione del fanciullo. Come se le avesse voluto dire, “ora che ho la bici più bella e più veloce di tutti, sono il miglior ragazzo con il quale tu possa stare.”
Ho visto nella timidezza di quella bambina, la voglia di parlare con quel suo coetaneo tanto coraggioso, ma l’impossibilità di farlo per la presenza del padre. Certe cose non si possono dire con i genitori presenti. Ho visto anche un padre che ha capito tutto, e felice di questa spontaneità dei bambini, avrà ripensato alla sua prima cotta da giovane.
Sono solo due bambini, ma già si amano.
E’ amore quello. E’ qualcosa di puro e genuino.
Non pensavo che l’amore esistesse anche quando si è bambini.

Gezim Qadraku.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...